Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Festival Chitarristico Internazionale "Luigi Legnani"

Festival Chitarristico Internazionale "Luigi Legnani"

Una vetrina di giovani talenti e chitarristi di fama mondiale

Festival Chitarristico Internazionale "Luigi Legnani" - teatroIl festival di chitarra classica giunge quest'anno alla sua 22^ edizione: un traguardo senza dubbio rilevante, fortemente voluto e particolarmente sentito dal fondatore e direttore artistico M° Giovanni Demartini, che costituisce motivo di ulteriore prestigio per la manifestazione stessa e per la città di Cervia.
Ogni anno si susseguono sul palcoscenico ospiti di grande fama provenienti da tutto il mondo: una vetrina di giovani talenti e chitarristi di fama mondiale. Il festival è dedicato al grande maestro Luigi Rinaldo Legnani, nato a Ferrara nel 1790, vissuto a Ravenna, che ha tenuto il suo ultimo concerto proprio a Cervia il 16 giugno del 1850. E' considerato dagli storici e dai giornalisti italiani suoi contemporanei, "il Paganini della chitarra". La kermesse cervese è a tutt'oggi l'unica manifestazione al mondo dedicata al grande virtuoso chitarrista-compositore dell''800.
Grazie all'ottima organizzazione dell'immagine ha ormai conseguito una notorietà ben contraddistinta in campo musicale nazionale ed internazionale, confermandosi sempre più come un appuntamento fondamentale e insostituibile all'interno della già ricca programmazione musicale dell'amministrazione comunale, che consente alla solare città di mantenere una posizione di prestigio turistico-culturale nella riviera romagnola, inaugurando la stagione estiva a conferma di una sensibilità culturale unica e aperta.

Il Festival è stato premiato con targa d'argento del Presidente della Repubblica Italiana.

Programma

L’edizione 2017 è dedicata alla memoria del grande Maestro Alirio Diaz, chitarrista internazionale che ha segnato la crescita della chitarra classica e maestro di tanti concertisti odierni dello strumento. Il teatro cervese ha avuto la fortuna di averlo ospite ben due volte nell’ambito del festival con concerti indimenticabili. Le quattro serate previste del mese di maggio, avranno come ospiti solisti eccezionali che proporranno programmi accattivanti ed interessanti: l’inizio dei concerti è alle ore 21 ed il costo del biglietto invariato a €. 10 con possibilità di abbonamento. Durante la rassegna concertistica si potranno ammirare nel foyer del teatro le opere pittoriche dell’artista bolognese Mara Mariotti.

Sabato 6 maggio inaugura la XXII edizione l’affermato chitarrista Gianni Landroni. Ospite di vari festival chitarristici internazionali, il virtuoso concertista ha previsto un programma storico-chitarristico davvero piacevole, che mette in evidenza il suo talento: da Frescobaldi al barocco di Bach e Weiss; dal classico in onore di Legnani al romantico di Tàrrega e Albèniz per poi ampliare le vedute musicali di grandi compositori moderni per chitarra: Villa-Lobos e Brouwer. Un recital da non perdere.

Il secondo concerto, sabato 13 maggio, sarà l’occasione per ascoltare un evento speciale: l’esecuzione del repertorio del grande maestro Alirio Diaz per mano del figlio Senio. Un concerto in omaggio al padre di tanti chitarristi che hanno avuto l’onore di conoscerlo e di studiare con lui. Grande musica di autori noti e tanta musica popolare venezuelana di compositori cui Alirio era legato e che proponeva sempre ai recital in tutto il mondo: suonata ancor oggi con grande passione ed impegno da Senio e da numerosi concertisti internazionali. Senio Diaz presenta Scarlatti, Bach, Paganini, Granados, Albèniz, De Curtis, Sojo, Carrillo e Lauro. Musiche conosciute in tutto il mondo soprattutto per i recital del maestro Alirio, proposte in una veste dove la bellezza della musica popolare e classica rieccheggia ancor oggi con le sei corde nelle sale concertistiche e nel nostro storico teatro, in un ricordo musicale meraviglioso di uno dei più grandi musicisti classici che la chitarra ha avuto nei secoli.

Il terzo concerto, sabato 20 maggio, presenta un gradito ritorno di un vincitore del concorso internazionale di chitarra classica “Michele Pittaluga” di Alessandria, concorso di altissima caratura tecnica e considerato il più prestigioso a livello mondiale. Emanuele Buono, già ospite del nostro festival è un affermato musicista con una carriera chitarristica di ineguagliabile paragone. Il repertorio scelto per questo concerto è di affascinante ricchezza propositiva: da Weiss a Giuliani, al repertorio romantico di Barrios e al novecento di Castelnuovo-Tedesco e Tansman.

Il festival si conclude sabato 27 maggio ed avrà come protagonista il AriusDuo: Omar Fassa, chitarra e Sara Ligas, flauto. Attenti esecutori del periodo classico con particolare riguardo a Legnani: i quattro duetti originali dell’autore per questa formazione nel loro ultimo CD li rende sopraffini interpreti della musica dell’ottocento, mettendo in risalto un dialogo eccellente tra i due strumenti. Proporranno un escursus storico di due duetti di Legnani e autori quali Rebay, Rodrigo, Castelnuovo-Tedesco, Margola: musiche di raro ascolto che metteranno in risalto il virtuosismo e la grande qualità filologica dell’estetica interpretativa del duo, regolarmente invitato ad esibirsi nelle più importanti manifestazioni chitarristiche e musicali internazionali.

Quando

Dal 6 al 27 maggio 2017

Orari

ore 21.00

Luogo

Teatro Comunale

Cervia - Via XX Settembre 125

Tariffe d'ingresso

€ 10,00

Ufficio informazioni

IAT Cervia
Cervia
Torre San Michele, Via Arnaldo Evangelisti 4
0544 977194

Documenti correlati

Chiudi menu
Informazioni turistiche