Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Bosco del Duca d'Altemps

Fascia alberata a farnie tutelata, situata ai margini dell'abitato di Castiglione

Bosco del Duca d'Altemps - 800-opt80

Cenni storici

Originariamente utilizzato per la bonifica dell’area circostante, il Canale del Duca d’Altemps venne costruito agli inizi del ‘900 e presto abbandonato nei decenni successivi.
Lungo i suoi argini vennero piantate due file di farnie che diedero vita all’omonimo bosco.

Com’è il bosco oggi

Il Bosco del Duca d’Altemps è una fascia di alberi ad alto fusto immersa in un ricco sottobosco, lunga circa un chilometro.
La peculiarità, che gli ha valso la tutela forestale dalla Regione Emilia Romagna, è dovuta alla
presenza di maestose farnie - gli esemplari più alti superano i 25 metri - in un’area tanto ristretta nell’estensione, quanto importante per il patrimonio genetico che essa contiene.

Vivere il bosco

L’area, oltre all’indubbia importanza naturalistica, è adatta ad attività didattico – ricreative grazie al suo sentiero interno dotato di punti di sosta con pannelli informativi, utili a stimolare la crescita di una cultura dedicata alla salvaguardia dell’ambiente come patrimonio comune, rendendo il Bosco un vero e proprio museo all’aria aperta.

Come raggiungerlo

Situato tra gli abitati di Castiglione di Cervia e Savio, il bosco è ubicato fra via Viazza e via Ragazzena, che costeggia l’argine destro del fiume Savio.
Qui puoi trovare una piccola area di sosta e un parcheggio per le auto.
Il bosco è raggiungibile anche in bicicletta e mountain bike dalla pista ciclopedonale che parte dal parco fluviale di Cannuzzo.


Dove: Via Ragazzena, Castiglione

Documenti correlati

archiviato sotto:
Chiudi menu
Informazioni turistiche